mercoledì 30 dicembre 2009

N.B. è finito un anno.

E anche il 2009 volge al termine.
Se ripenso agli scorsi capodanni la situazione era bene o male questa:
capodanno 2008: depressa
capodanno 2007: depressissima
capodanno 2006: era a lavoro. Quindi depressa.
capodanno 2005/2004/2003/2002: non lo ricordo ma è stato uno schifo, altrimenti me ne ricorderei. E comunque erano ancora gli anni del liceo. Probabilmente depressa.
Il 2009, a conti fatti, ha forse più aspetti positivi che negativi, allora qualche giorno fa ho deciso di fare un buon proposito per il capodanno 2009 (no nessun proposito per l'anno nuovo ma uno per quello vecchio) e questo nuovo, bellissimo e utilissimo proposito è (perdonatemi la finezza linguistica): me ne sbatto il belino.
Me ne frego delle convenzioni sociali, delle loro ipocrisie, di quello che pensa la gente, o di quello che la gente vuole/vorrebbe da me, di dover sempre giustificare quel che faccio o quel che dico, di dover compiacere gli altri, di chiarire le cose nelle teste degli altri (io ti dico come la penso una e una sola volta, se lo capisci bene, se non lo capisci smette -smetti- di essere un problema mio).
Smetterò di farmi del sangue marcio per il mantenimento di rapporti dei quali, a quanto pare, sono l'unica ad interessarsi, e smetterò anche di fare il "ricovero cuori depressi/lamiavitafa schifoenoncapisciquanto".
Vorrei inoltre far notare che questo nuovo blog esiste da marzo e che l'etichetta "crisimaniacodepressive" annovera tra le sue file 2 soli post. 2. soli. post. Il che, considerando che sono compresi anche i mesi in cui non avevo ancora ricominciato a Praticare, direi che è cosa buona e giusta.
Dal 21 di settembre le cose sono decisamente migliorate ed è esattamente quello che speravo e che mi aspettavo nel momento in cui ho consegnato la prima parte della rata per l'abbonamento alla Scuola di Shaolin nelle mani di quell'avvoltoio della segretaria.
Ho rivisto la luce alla fine del tunnel.
Ora sto così bene che mi sento quasi cretina a scriverlo, ma è così. Sto bene sotto qualsiasi punto di vista. Ci sono le scadenze, le bollette, l'atm che continua a farmi perdere una marea di tempo e prendere un sacco di freddo, prima c'erano i tg e l'enorme mole di lavoro da consegnare, gli esami, la tesi, magari un lavoro retribuito non dopo un anno, la gente, le voci. E quindi?
Ho una sorta di equilibrio nel quale mi crogiolo e del quale mi beo e basta pensieri negativi.
Ho (di nuovo o finalmente?) la mia Utopia.
E a me piace questa Utopia.

Quindi l'ultimo singolo dei Within Temptation dal titolo, per l'appunto, "Utopia" (e dal testo liberamente interpretato seguendo i miei flussi di coscienza) è dedicato a tutti quelli che conosco perchè sappiano che sto sognando a colori e che se faranno piovere sulla mia personalissima (e volendo discutibile) Utopia dove andrò loro non saranno con me.


Burning desire to live and roam free
It shines in the dark and it grows within me
You're holding my hand but you don't understand
So where I am going you won't be in the end

I'm dreaming in colours of getting the chance
I'm dreaming of china the perfect romance
The search of the door to open your mind
The search of the cure of mankind

Help us, we're drowning
So closed up inside

Why does it rain, rain, rain down on utopia?
Why does it have to kill the ideal of who we are?
Why does it rain, rain, rain down on utopia?
How will the lights die down, telling us who we are?

I'm searching for answers not given for free
They live inside as they lie within me
You hold my hand but you don't understand
Taking the road all alone in the end
I'm dreaming in colours, no boundaries again
Dreaming the dream we all seem to share

The search of the door to open your mind
The search of the cure of mankind

Help us, we're drowning
So closed up inside

Why does it rain, rain, rain down on utopia?
Why does it have to kill the ideal of who we are?
Why does it rain, rain, rain down on utopia?
How will the lights die down, telling us who we are?

Why does it rain, rain, rain down on utopia?
Why does it have to kill the ideal of who we are?
Why does it rain, rain, rain down on utopia?
How will the lights die down, telling us who we are?
Why does it rain?

martedì 22 dicembre 2009

Comunicazione di servizio.

Per tutti i miei fans. Per tutti coloro che mi hanno sostenuta/sopportata/supportata in questi mesi.
Vi comunico che è F I N I T A.
Sti benedetti (maledetti?) tg sono finiti. Oggi ho consegnato l'ultima matrice dati e per la prima volta ho sentito pronunciare la frase "bollettini per il pagamento" (ovviamente non rimpinguata da informazioni fondamentali in cifre).
L'ultimo week end è stato il culmine della non sopportazione delle reti locali vista la totale immersione in Telereporter (che, a mio parere, è in assoluto l'emittente lombarda più scabercia di tutte), e diciamo che in numeri è stato:
37 ore senza dormire
5 caffettiere (con la caffettiera da 4 persone)
2 redbull
5 toast come sostentamento vitale
n porcherie come sostentamento vitale
23 tg analizzati in 2 giorni
e oggi altri 2 tg a tempo di record per consegnare la matrice di dicembre completa.
Ora non ne voglio più sapere di sgomberi dei campi rom, o del buco di bilancio del comune di Milano (140 milioni di euro), o dell'expo, o della crisi del bikemi, o di statuette che volano, o di lavori fermi nel cuore della città. Basta. Per un tot di tempo (stimabile in "anni") non mi interesserà più nemmeno sapere il nome del sindaco. Stop.

martedì 15 dicembre 2009

Il mondo è piccolo...

Ma molto, molto piccolo.
Andiamo per ordine.
Iniziò tutto con la mia iscrizione alla Scuola di Shaolin il 21 settembre di quest'anno. Nemmeno una settimana dopo ho scoperto che era la stessa in cui si era iscritto un mio compagno di corso all'università, e va bene, normale coincidenza, è accettabile.
In tutto ciò ricordo che questa Scuola l'avevo trovata per conto mio poco tempo prima di parlare con Angelica che me l'aveva consigliata dal momento che lì Praticava una sua amica.
Qualche settimana dopo aver iniziato arrivano un paio di ragazzi a seguire l'allenamento e nella mia testa pensai "ma io questi li conosco". Il giorno dopo me li sono ritrovati al bar dell'università e poi regolarmente iscritti a Shaolin dopo qualche giorno. E va bene, capita anche questo.
A inizio novembre vado con alcuni allievi della scuola a seguire una gara a Rovereto e nella pausa si parla del più e del meno un po' con tutti quando uno dei Maestri della Scuola mi chiede da dove vengo e cosa facevo prima ( S: "Sono di Sestri Levante, prima mi allenavo con il Maestro Ghinolfi" M: "ah Luca! Ma siamo ottimi amici, eravamo a pranzo da lui qualche settimana fa") e la voce si sparge anche all'altro Maestro, così scopro che vanno a tarallucci e vino. Questo comincia ad essere destabilizzante.
Due settimane fa, prima dell'inizio dell'allenamento stavamo aspettando che finisse la lezione privata per salire e parlo con i due ragazzi dell'università. Abitano in via Malaga. Per chi si fosse perso un passaggio: il primo anno di università abitavo a due passi dallo IULM, in via Malaga, appunto. Ma c'è di più: V: "ma dove di preciso?" S: "allora appena entri vai nel cortiletto a destra, l'ultima porta, sali ed ero al primo piano" V: "anche io". Era il mio vicino di casa, e non un vicino qualunque...era pure amico del pazzo ubriaco che mi aveva fatto venire una ventina di sincopi alle 5 della mattina quando pretendeva che gli aprissi la porta di casa. Nemmeno a dirlo sia lui che l'altro ragazzo conoscono i miei due ex coinquilini e pure quelli nuovi che poi sono andati ad abitare lì.
E ora il colpo finale.
Quando si è tenuto il condom mob in università io stavo vagando intorno al preservativo gigante per fare le solite foto rappresentative e mi becco un'altra ragazza che viene a Shaolin. S: "ciao! ma che ci fai qua?" R: "io? ci studio, sono iscritta al Master di giornalismo".
Oggi questa stessa ragazza arriva e mi fa: R: "ma tu fai Castagnola di cognome?" S: "sì perchè?" R: "ma sai che leggo il tuo blog da più di un anno?".
Il mio blog, cioè Primavere e Autunni, blog nato il 27 maggio del 2008 per il Laboratorio di Giornalismo e New Media, corso del Prof. Agostini, che è anche il vice del Master in giornalismo.
Potrei cominciare a diventare paranoica.

venerdì 11 dicembre 2009

L'ostetrica di nome Wikipedia.

Altra vittoria della tecnologia e della Rete che aiutano una famiglia a far nascere la loro quartogenita.
Anche se, a dirla tutta, al quarto figlio un minimo di esperienza si dovrebbe avere...

Qua la notizia.

mercoledì 9 dicembre 2009

No alle mine.

Calpestare una mina non è poi così complicato.
CALM (New Zealand Campaign Against Landmines) ci rende partecipi di questa triste realtà tramite le bustine di Ketchup.

lunedì 7 dicembre 2009

International Wushu Practitioner's Day.

My Wushu friends around the world and friends joined in this cause for a worldwide celebration without frontiers…

Mis amigos de Wushu alrededor del mundo y amigos unidos en esta causa por una celebración mundial sin fronteras....

This is 5º International Wushu Practitioner´s Day Celebration and this year more People with amazing enthusiasm works to promote this date.

Esta es la 5º Celebración del Día Internacional del Practicante de Wushu y este año más gente trabajó con impresionante entusiasmo para promover esta fecha.

I think of the powerful energy when a lot people around the world are thinking of the same thing at same time! And We´re thinking of a positive thing! This is Wow!!!!!!!!

Pienso en la poderosa energia cuando mucha gente a nivel mundial está pensando en lo mismo y al mismo tiempo. Y nosotros estamos pensando en algo positivo.
Esto es wow!

We´re all here today looking to celebrate, promote and enjoy a day from the Wushu´s practitioners for the Wushu´s practitioners

Hoy estamos todos aquí buscando celebrar, promover y disfrustar un día desde los practicantes de Wushu para los practicantes de Wushu

This is life, energy, emotion, feeling, love and absolutely integration.

Esto es vida, energia, emoción, sentimiento, amor y absolutamente integración.

I´d like to address to each one of you in an universal language.

Quisiera dirigirme a cada uno de ustedes en un lenguage universal

Jiayou this is most that an expression. This is an announce that we stand up and keep the fighting. Go ahead never a back step. The fighting to promote positive values in the world. The fighting to believe in yourself and motivate good hearts.

Jiayou es más que una expresión. Es un anuncio que nos pongamos de pie y mantengamos la lucha. Hacia adelante jamás un paso atrás. La lucha para promover valores positivos en el mundo. La lucha para creer en ti mismo y motivar buenos corazones.

When I see people happy, inspired, I remember a phrase: "Forget about all the reasons why something may not work. You only need to find one good reason why it will."

Cuando veo gente inspirada y feliz, me acuerdo de una frase: "Olvídate de las razones por qué algo no puede funcionar. Sólo es necesario encontrar una buena razón por lo cual sea."

I know that the Wushu is a celebration everyday for each one of us but is awesome when we are dedicate a special day as meeting point for this worldwide family. And it is important to understand that this day is responsibility of each one of us, depending of us.

Sé que el Wushu es una celebración cotidiana para cada uno de nosotros, pero es impresionante cuando nos dedicamos un día especial como punto de encuentro para esta familia en todo el mundo.

Y es importante entender que este día es responsabilidad de cada uno de nosotros, depende de nosotros.

Doesn´t matter how you wanna celebrate this day. A wushu training at a park, sharing a dinner with friends, drinking a tea, beer o water at a pub, sending a sms from you mobile phone, uploading a video, posting, etc, etc, etc.

No importa como quieras festejar este día. Un entrenamiento en un parque, compartiendo con amigos una cena, bebiendo te, agua o una cerveza en un pub, colgando un video, posteando, etc, etc, etc

Keep the idea of this worldwide spirit for today

Manten la intención de esta idea global por hoy

Celebrate, enjoy and share this Inspiration, Spirit and Energy with the world!

Celebra, disfruta y comparte esta Inspiración, Espíritu y Energia con el mundo!

Happy Day for all the Wushu practitioners

Feliz Día para todos los practicantes de Wushu

December 7, 2009

Armando

sabato 5 dicembre 2009

Mondo VS Caffè.

Questa rivelazione dovrebbe compromettere l'assunzione della linfa vitale che sostiene noi poveri studenti nei periodi d'esame segnati da notti insonni e secchiate pre-esame.
Dovrebbe.

giovedì 3 dicembre 2009

Condom Mob @ IULM.

Per la lotta contro l'AIDS ecco il primo Condom Mob.
La scommessa era che entrassero almeno in 100, ne sono entrati molti di più per aiutare i bambini in Africa. Erano ben 220.

Altre informazioni:
Corriere della Sera

martedì 1 dicembre 2009

Quanto costa vivere a Milano!

Giusto per fare un po' di pubblicità a Paola nel suo velato tentativo di diventare famosa :P
Ma soprattutto per valorizzare l'altarino istituito sulla scarpiera di Paola :D

Intervista TG5

giovedì 26 novembre 2009

Sonata Arctica - Palasharp 25/11/2009

Fullmoon.
E qua sono tutti impazziti.



Replica.



8th Commandment.
Questa è stata in assoluto la canzone più "pogosa". Sono stati momenti difficili :P

martedì 24 novembre 2009

L'altra Italia.

Qui la spiegazione.
Forse c'è ancora qualcuno mosso dallo spirito. Forse c'è ancora speranza.
Grazie per farcelo credere.

I Ragazzi della Shaolin Wuseng Houbeidui - Italy insieme al Maestro Shi De Yang

martedì 17 novembre 2009

Livello 6 ovvero Serena VS Influenza.

Perchè il nemico ti colpisce sempre quando sei più debole.

Ore 9.45 della mattina, squilla il cellulare. Imprecazioni varie causa nottata dal sonno variabile.

Sere: "Pronto?" (in realtà prima si sono susseguiti numerosi pronto al fine di rendere umanamente ascoltabile la voce)
Policlinico: "Buongiorno chiamo dal centro trasfusionale del Policlinico, lei aveva lasciato il suo nominativo"
Sere (fa mente locale e riesce a riesumare il maledetto giorno in cui accettò questa cosa): "mmm sì sì"
Policlinico: "Sarebbe disposta a prendere un appuntamento per la donazione?"
Sere: "no sto già dando"
segue silenzio
Sere (rendendosi conto della figuraddimmerda): "eeeh cioè scusi sono influenzata non mi sembra il caso"
seguono varie istruzioni per richiamare una volta passata l'influenza e bla bla bla......

sabato 14 novembre 2009

Considerazione della settimana.

Si laureano...in tempo o fuori corso ma si laureano, è dallo scorso lunedì che l'università è pervasa da coretti ("dottoreeee dottoreee dottore del buco del cul vaffancul vaffancul." Sì ma vaffancul sul serio!!!).
Insomma con una tesi in testa ma non ancora sulla carta, con 4 esami davanti, ad ogni tappo di spumante che svolazza nei cortili dell'università il mio ego viene accoltellato.
Meno male che questa dannata settimana è finita.

lunedì 9 novembre 2009

Finalmente!!




Xu HuiHui
Classificatasi prima nel Gunshu (bastone) e seconda nel Daoshu (sciabola) ai Campionati Mondiali di Toronto di quest'anno.

mercoledì 4 novembre 2009

Addio al papà dello Strutturalismo.


A 100 anni (sulla soglia dei 101) si è spento Claude Levi - Strauss antropologo ed etnologo padre del metodo Strutturalista (insieme a Jakobson).

domenica 1 novembre 2009

Constatazioni...

Dio quanto mi mancava fare parte di una Famiglia Marziale...
E quanto mi mancava praticare...

lunedì 26 ottobre 2009

Dolcenera - Un Dolce Incantesimo


Che cosa vuoi di più,
la vita fa così
e rimaniamo soli di fronte a un universo di possibilità...

Perchè ho incontrato te (...e creiamo dei legami )
perchè finisce qui (... che amiamo e poi spezziamo)
e scivoliamo via in campi di forza che non comprendiamo mai

E io ti porto via, con me, contro tutti gli occhi che incontrerò
un dolce incantesimo,
un sogno lontanissimo, qui in fondo all'anima...

Non si regala mai il cuore che hai,
si presta ogni tanto senza maschera nell'intimità

Per riscoprirsi poi (... siamo vittime incoscienti )
più estranei che mai (dare e avere il bene e il male)
nel lento meccanismo di questa stupida casualità..

E io ti porto via con me contro tutti gli occhi che incontrerò
un dolce incantesimo,
un sogno lontanissimo qui in fondo all'anima

E io ti porto via, con me, dentro ogni pensiero ogni mio respiro
un dolce incantesimo
un sogno lontanissimo che
che mi proteggerà....

E io ti porto via con me lungo questo viaggio che farò un dolce incantesimo,
un sogno lontanissimo che che mi proteggerà , e ...
e io ti porto via ... (che cosa vuoi di più, la vita fa così e rimaniamo soli )
e io ti porto viaa ( non si regala mai il cuore che hai si presta ogni tanto )
e io ti porto via con meee ....

martedì 13 ottobre 2009

Serena, pizza, e amici.

Sono talmente annoiata ed incapace di non fare un tubo che questa sera ho deciso di fare la pizza in casa.
Ora, la mia incapacità culinaria è ormai un insindacabile postulato, ed infatti sono riuscita a mettere il lievito secco condannandomi ad un'attesa di minimo 3 ore prima di poter mangiare ma se non altro ne è valsa la pena :D
Tutto ciò avrebbe innalzato la mia autostima di parecchi punti se non fosse che, nello sfornare la prima pizza, squilla il telefono.
Non riconosco il numero.
Serena: "pronto?"
Vale (riconosciuta dopo): "Sere ma va tutto bene? No perchè quando io preparo i muffin è perchè sono depressa, quindi mi chiedevo se fosse tutto ok. Sai a volte per salvare una persona basta poco, basta una telefonata. Se hai bisogno di parlare..."
Anyway...

pizza 1 (da scaldare per domani dopo l'allenamento)


pizza 2

Poteva andare peggio...

giovedì 8 ottobre 2009

Etichette intelligenti.


L'idea arriva dal Giappone, e permetterà al consumatore di capire con uno sguardo se la carne è fresca o meno.
Quest'etichetta è costituita con uno speciale inchiostro che cambia colore con il passare del tempo per il rilascio di ammoniaca da parte della carne (quante cose che si apprendono su internet :P).
Se mai quest'etichetta dovesse arrivare in Italia sono sicura che su 100 scatole di carne verrebbero ordinate 300 etichette da poter cambiare visto che, una volta che il codice a barre è oscurato, la carne sarebbe da cestinare.


martedì 6 ottobre 2009

Serena VS Matrice dati: 0-1

Attila scrisse:

Serena_Settembre.xls
Serena_Ottobre.xls
Serena_Novembre.xls
Serena_Dicembre.rip

venerdì 2 ottobre 2009

Morire ai tempi di Facebook.

Io, se devo essere sincera, mi ero chiesta cosa sarebbe successo al profilo di Facebook una volta che l'utente fosse passato a miglior vita, insomma, prima o poi deve succedere no?
Ecco qua la risposta:

mercoledì 30 settembre 2009

Sindrome d'abbandono.

Insomma quello che speravo non arrivasse è arrivato. Se ne vanno tutti e la data più papabile per rivederli è si e no gennaio. magari giusto per una manciata di giorni.
Fanculo.
Non ci sono abituata ok? Fa un po' schifo come situazione.
In più mi è anche toccato farmi la doccia fredda post allenamento. Ecco...maledetto kharma negativo.

sabato 26 settembre 2009

Sintesi di un esame...

di..bè...storia e analisi dei linguaggi musicali. Se così vogliamo dire.
Il primo video propone quel gran genio di Cage e la sua performance di "Water Walk" (Cage che, tra l'altro, fu ospite di Mike in qualità di esperto di funghi e ripropose in trasmissione questa grandissima opera, al che Mike gli chiese quali fossero le sue intenzioni e John gli disse che sarebbe tornato in America lasciando però qua la sua musica. Quel granduomo di Mike gli rispose "avrei preferito il contrario").



Il secondo video, invece, ripropone un'altra opera di Cage, 4,33', studiata a memoria dalla sottoscritta che aveva intenzione di riprodurla in sede d'esame in caso di estrema necessità.



Filippo: "Sere come sei diretta...sembri la sorella gemella cattiva di Diamanda Galas"
Questa sarebbe quindi la mia gemella buona mentre si esibisce in quel canto fanciullesco e pacifico che sono le Litanie di Satana.



(Sera prima dell'esame, Facebook)
Marco: "ho finito il caffè, quanta caffeina contiene un litro e mezzo di coca cola?"
(seguono discussioni varie riguardo all'esame)
Marco: "guarda io sto bevendo più di un litro di coca cola, domani vado davanti a Vallauri gli caccio un rutto e gli dico che è arte"
Serena: "figo, così poi ti colleghi a Diamanda Galas!"



Questo è Edgar Varès e la sua Ionization...



Ed infine Ligeti con il suo stramaledetto Continuum che mi ha quasi provocato una crisi epilettica se così si può definire.


Non parlatemi mai più di dodecafonia, serialità integrale e alea...

martedì 15 settembre 2009

Dissero di me...

Anto: "...che con la sua scarsa autostima poi chissà che risponde"
Alex: "sì, la gente sull'autobus non può parlare con il conducente, la Sere nemmeno con l'autista del taxi"

giovedì 10 settembre 2009

Social Music.

Tra non molto prenderà vita e forma il primo Social Network che permetterà di creare musica a distanza e con la collaborazione di più utenti (la versione free, senza costi, anonima di Playing for change?).

giovedì 27 agosto 2009

El Canto Del Loco - La Vida




Y poco a poco yo le planto cara al miedo
Quité cobarde, por "yo quiero, puedo hacerlo"
Y confiar, y salir de mí escondite así sin más
Estar tan solo y no gustarme fué el lamento
El lado fácil de perderme hasta el respeto
Y yo soy más, no soy solo un comentario
Valgo más!!!

Y al despertar, la vida me regala otro color
La vida que es igual que una cancion
Tan llena de recuerdos y de voz !!

La vida es esto a pesar de mis complejos
Quererme a muerte y poder querer al resto
Respirar, que me salga desde dentro y de verdad
Que ser feliz es solo un sueño un falso invento
Que solo existe poder serlo por momentos
Nada más, que es la vida es lo mas grande
Es la verdad !!!

Y al despertar, la vida me regala otro color
La vida que es igual que una cancion
Tan llena de recuerdos y de voz !!
Y al caminar la vida que me enseña lo que soy
La vida que devuelve lo que doy,
La vida que me indica donde voy !!

mercoledì 26 agosto 2009

Così andò lo spostamento dell'utero...

A gran richiesta (non è vero nessuno me l'ha chiesto) ecco in versione fumetto l'episodio dello spostamento dell'utero...
(scarsa qualità e disegno tagliato sono colpa dello scanner...)

martedì 11 agosto 2009

Tanto per cambiare.

Sestri e vicinato ancora una volta mi hanno dimostrato la loro fantastica mentalità da paesotto.
Se per sbaglio, nel tornare, mi fosse venuto anche il minimo dubbio sul fatto che, dai forse sì, perchè no, non sarebbe male vivere qua, questa sera quel barlume nostalgico è stato di nuovo massacrato.
Uno dei motivi per cui me ne sono voluta andare via da qua (dopo ovviamente le ragioni legate ad un possibile futuro lavorativo), è la mentalità chiusa degli abitanti. Uno dice "a" e tutti a belare dietro. Naturalmente nessuno che abbia le palle di venire da te a chiedere se quel che si dice in giro è vero o meno. Meglio continuare a belare.
Così anche andare a 180 km da qua non è servito a nulla. Se ci torni anche solo pochi giorni all'anno sei freagta, sei di nuovo risucchiata dentro.
Questo dimostra perchè ho ancora contatti con ben poche persone in zona, che poi altre non sono se non quelle che vengono a parlare con te invece che sparlottare dietro.
Grazie Sestri!

sabato 8 agosto 2009

Convocazioni.

Ora, io dovrei essere l'ultima persona a metter bocca in questa faccenda, ma la situazione è talmente tragicomica che non me la sento di tacere.
Qui ci sono le convocazioni della F.I.Wu.K. per la nazionale che andrà a rappresentarci nelle competizioni internazionali.
Chi è minimamente "del settore", se così si può dire, capirà da solo a che cosa faccio riferimento.
Stiamo parlando degli Atleti che andranno a rappresentare l'Italia all'estero, quindi andranno a gareggiare davanti ad altri paesi e i panni sporchi non resteranno tra quei pochi che vanno a seguire le gare qua in Italia. Stiamo parlando dei nostri rappresentanti, quelli che dovrebbero essere il top, i migliori.
Poi si leggono questi nomi. E non se ne leggono alcuni che dovrebbero stare scritti lì di diritto se non per un impegno costante quanto meno per meriti durante le competizioni.
Ma, a quanto pare, ancora una volta vince la politica che porta sempre con sè anche la polemica.
Mancano almeno 2 nomi che dovrebbero essere stati i primi ad essere convocati.
Per una sinceramente non ne conosco le motivazioni che, per quanto ne so, potrebbero anche essere dettate da scelte sue personali. Per l'altra (ebbene sì stiamo parlando delle convocazioni per il Taolu femminile seniores) penso che sia veramente una questione di politiche interne tanto incomprensibili quanto non condivise dalla sottoscritta.

venerdì 7 agosto 2009

venerdì 31 luglio 2009

Playing for change.

Playing for change è un progetto nato con l'intento di "connettere" le persone di tutto il mondo grazie alla forza della musica.
Il progetto conta sulla collaborazione di numerosi artisti, ovviamente da ogni parte del mondo, tra i quali, per nostra fortuna, compaiono anche 2 italiani.

mercoledì 29 luglio 2009

Ne ho la certezza...

Siamo a fine luglio, tra poco l'università chiude per le ferie estive, al suo interno solo i capi e il solito personale più qualche solitaria matricola che si aggira per l'ingresso.
E poi, tanto per cambiare, ci sono io che vago dalla biblioteca, al bar, all'aula multimediale.
La mia situazione è talmente drastica che l'omino della biblioteca ha deciso di invitare me e Vale ad un aperitivo in viale umbria domani sera perchè un laureato Iulm inaugura una mostra.
Ora non ho più scuse.
Devo farmi una vita.

sabato 18 luglio 2009

domenica 12 luglio 2009

Nostradamus...

Stefy: quando sono in macchina con la Anto e un gatto nero ci attraversa la strada è il gatto a tastarsi le pa**e.

venerdì 10 luglio 2009

Auguri Vale!


(sì, non è una torta alla frutta ma una pizza surgelata con tante porcate sopra mangiata alle 3 di notte...)

martedì 7 luglio 2009

Woah..

Con oggi finisce la sessione estiva del terzo anno.
Tirando le somme non è andata poi così male. Speravo di fare qualcosa in più, ma va bene anche così.
Dunque, tanto per allenarmi per la tesi, non posso esimermi dai ringraziamenti per i fattori fondamentali di sopravvivenza in questi mesi:
- in primis il caffè. I litri e litri consumati nel tentativo di passare la notte sui libri. E anche le giornate in consulta. E anche le pause al bar. E anche le pause e basta.
- la red bull. Per il sostentamento serale.
- l'omino delle pizze che non ha ancora capito la storia del citofono e quindi ogni volta per spiegare la faccenda è un parto.
- How i met your mother per le pause dallo studio.
- Gianni per farci (no non ho doppie personalità, ma in università ci si muove a mandrie) saltare le code chilometriche per la già citata pausa caffè.
- Alex. No Alex no perchè è cattivo e mi ignora quando è a Monaco (e so che leggerà il post).
- ATMerda per avermi fatto perdere una quantità di tempo attendendo i mezzi.
- l'ungherese perchè è un po' rabbino ma come sveglia funziona benissimo. Poi vuole essere pagato, ma sono dettagli.

e basta.

giovedì 2 luglio 2009

Sono perplessa...

L'Atm per via di un decreto vecchissimo non assume stranieri per paura di attentati terroristici ecc ecc, però assume senza problemi personale altamente razzista.
Ieri stavo aspettando la 91 ed ero allibita dai discorsi di questi controllori, non uno, tutti.
Sono perplessa...

lunedì 29 giugno 2009

Michael Jackson - Earth Song.

Si può dire tutto, ma la bellezza di questa canzone e di questa performance sono indiscutibili.



What about sunrise
What about rain
What about all the things
That you said we were to gain.. .
What about killing fields
Is there a time
What about all the things
That you said was yours and mine...
Did you ever stop to notice
All the blood we've shed before
Did you ever stop to notice
The crying Earth the weeping shores?

Aaaaaaaaaah Aaaaaaaaaah

What have we done to the world
Look what we've done
What about all the peace
That you pledge your only son...
What about flowering fields
Is there a time
What about all the dreams
That you said was yours and mine...
Did you ever stop to notice
All the children dead from war
Did you ever stop to notice
The crying Earth the weeping shores

Aaaaaaaaaaah Aaaaaaaaaaah

I used to dream
I used to glance beyond the stars
Now I don't know where we are
Although I know we've drifted far

Aaaaaaaaaaah Aaaaaaaaaaaah
Aaaaaaaaaaah Aaaaaaaaaaaah

Hey, what about yesterday
(What about us)
What about the seas
(What about us)
The heavens are falling down
(What about us)
I can't even breathe
(What about us)
What about the bleeding Earth
(What about us)
Can't we feel its wounds
(What about us)
What about nature's worth
(ooo,ooo)
It's our planet's womb
(What about us)
What about animals
(What about it)
We've turned kingdoms to dust
(What about us)
What about elephants
(What about us)
Have we lost their trust
(What about us)
What about crying whales
(What about us)
We're ravaging the seas
(What about us)
What about forest trails
(ooo, ooo)
Burnt despite our pleas
(What about us)
What about the holy land
(What about it)
Torn apart by creed
(What about us)
What about the common man
(What about us)
Can't we set him free
(What about us)
What about children dying
(What about us)
Can't you hear them cry
(What about us)
Where did we go wrong
(ooo, ooo)
Someone tell me why
(What about us)
What about babies
(What about it)
What about the days
(What about us)
What about all their joy
(What about us)
What about the man
(What about us)
What about the crying man
(What about us)
What about Abraham
(What was us)
What about death again
(ooo, ooo)
Do we give a damn

domenica 28 giugno 2009

Settimaversario.

Il mio fantastico Mac compie una settimana.
Piccolo resoconto dell'approccio al nuovo sistema.
Prima di tutto, chiunque volesse mai comprarsi un Mac deve tener conto che dopo non potrà più fare moltissime cose, infatti questa scatoletta grigia priva gli utenti di tante cose, ad esempio:
1- non si può più mangiare davanti al computer, si rischia di sporcarlo, non sia mai
2- non si può dare un nome casuale, sarà Lui a rivelartelo prima o poi
3- non si utilizzeranno più i tasti "avanti" o "indietro", ma 3 dita
4- non si vedrà mai più una schermata blu a meno che non s'imposti lo sfondo con quel colore
5- non si dovrà aspettare un'infinità di tempo per farlo avviare
6- non si dovrà sudar freddo se la presa elettrica più vicina dista più di un minuto dall'attuale posizione
7- non conoscerai più il significato della parola "virus"

ecco, sì, un Mac ti cambia la vita :D

venerdì 26 giugno 2009

Metodi di approccio ungheresi.

Università, tardo pomeriggio.

Si studia in consulta, la biblioteca silenziosa, e la concentrazione sul libro di Morin è minima.
Al che insorge uno scambio di sms con Attila seduto nel posto a fianco al mio.

Approccio 1:
"Vuoi ricevere una maxiricarica? Trombati il tuo amico più vicino a te al momento e avrai massaggi/messaggi gratis per una settimana! Vodafone"

Approccio 2:
"Nuova offerta! Ricarica ATTILA da 20! Devi semplicemente chiamare il numero ************* e parlare con il nostro operatore! Dopo aver ricevuto la ricarica devi estrarlo dalla confezione e seguire le indicazioni del nostro operatore!"

Approccio 3:
"Offerta speciale! Trova un tuo amico* per scopare e ti diamo 50 € per comprare la ricarica!

*il tuo amico deve essere di un nome strano, tipo Attila"

giovedì 25 giugno 2009

McDonald's VS Kung Fu Panda Spot.

McDonald's segue la scia del successo del film d'animazione Kung Fu Panda per questo spot.

martedì 23 giugno 2009

Sostegno virale.

Twitter permette ai propri utenti di dare sostegno simbolico ai recenti avvenimenti in Iran con pochi semplici passaggi che vi permetteranno di modificare automaticamente la vostra immagine del profilo inserendo una sorta copertura verde su di essa. Verde come il colore della libertà in Iran in questi giorni.

Flash Mobs.

Vi ricordate della pubblicità non convenzionale della T-Mobile? Bene quello era una specie di Flash Mob...cosa sono i Flash Mobs? Oh andiamo...lo so che lo sapete...un piccolo aiutino? Ecco qualche video...altrimenti...la sempreverde Wikipedia :)





sabato 20 giugno 2009

Resoconto di una settimana...

...in cui ho dormito una manciata d'ore (che non oso quantificare per evitare una sincope al sol pensiero).
Questa settimana è stata illuminante, ho infatti scoperto che:
1- odio profondamente movie maker che mi ha fatto diventare pazza per montare il video di Media e Società (è colpa sua se non ho dormito!)
2- che ormai la caffeina ha un effetto scarso sul mio sistema nervoso
3- che ho una grande autocontrollo se non ho ancora smontato il mio pc partendo dalla RAM visti tutti i problemi che mi ha dato proprio quando mi serviva veloce e funzionante
4- che d'ora in avanti i progetti dell'università li farò da sola o al massimo in compagnia di me, me stessa e me medesima (se vi dirò che lo farò con qualcun altro sparatemi)
5- che non dormire per così tanto tempo mi porta ad essere dislessica
6- che devo comprare le lampadine per il bagno perchè se no non avrò più un piede prima della fine del mese
7- che in periodo d'esami il mio karma negativo aumenta in modo esponenziale

lunedì 15 giugno 2009

Campionati Italiani Wushu, Bergamo.

Considerazioni della giornata:
Ore di sonno: 3 scarse.
Ora in cui è suonata la sveglia: 5.00
Ora effettiva in cui mi sono alzata: 6.00
Arrivo al palazzetto: 9.30 circa.
Caffè bevuti: 4
Cibo ingerito: nulla.

Il palazzetto dello sport era lo stesso dove avevo gareggiato nel 2005, anche se a dire il vero un po' me l'aspettavo, e sono stata piacevolmente sorpresa dalla città di Bergamo (perchè, ovviamente, quando ero andata a far le gare mi ero concentrata solo sul non cadere dagli scalini ghiacciati e sulle gare...quindi non avevo visto assolutamente nulla) e dalla gentilezza dei bergamaschi che sono stati disponibilissimi ad indicarmi come arrivare senza perdermi.
Una volta entrata, e dopo essermi somministrata la prima dose di caffeina, mi sono guardata in giro per vedere se c'erano volti noti e ho visto il Maestro seduto in un angolo. In questo modo ho avuto occasione di attaccare la telecamera ad una presa (ebbene sì...ero sprovvista di batteria...) e poter avere un dialogo con il Maestro dal momento che non c'era stata occasione di parlare durante i Campionati di Lavagna.
Le considerazioni sulle gare sono sempre un po' le stesse, a dire il vero, anche se questa volta l'arbitraggio è stato tutto sommato corretto e coerente tranne qualche penalizzazione di troppo per qualche atleta.
Per quanto riguarda i partecipanti, invece, tranne i soliti noti che già si sono distinti in altre competizioni, e qualche piccola sorpresa, il livello generale è veramente scarso. Ora, io quelli di moderno non li ho mai visti (fatta eccezione per Napoli nel 2006, ma ero troppo impegnata a non farmi venire un attacco nevrotico prima di salire sul tappeto di gara), ma da quel che avevo visto in qualche dimostrazione o giù di lì, certi scempi non c'erano.
C'è stata anche un'aspettativa delusa, anzi due, la prima che la Hui non c'era (sigh...volevo vederla dal vivo) e la seconda da parte di un'atleta dal cui curriculum marziale sembrava dovercisi aspettare grandi cose ed invece, passatemi l'espressione, non alzava il culo da terra. L'intenzione c'era, il resto no. Piuttosto fai le codificate non le optional...
Per il resto, grazie al Maestro, ho avuto modo di conoscere moltissimi Maestri, personaggi della Federazione, Arbitri e Atleti che mi hanno dato la loro disponibilità per delle interviste per l'altro blog. Ho conosciuto più persone in 5 ore che in 5 anni di Pratica.
La giornata in generale si chiude, quindi, con un enorme segno positivo, principalmente perchè sono riuscita a Parlare con il Maestro, lo ammetto, come non ero ancora riuscita a fare dalla mia partenza per Milano.
Questa volta niente crisi depressive post gare per fortuna.


(N.B. questa foto non è stata fatta a Giorgio l'attore, ma a Giorgio il Praticante e l'Atleta per tutto quello che ha dato durante il suo percorso nelle Arti marziali)

domenica 14 giugno 2009

Testimonianza.

Di come non funzionano le cose in Italia. Tanto per cambiare.
Ora, ti dicono che per far funzionare le cose il cittadino non deve fregarsene ma essere partecipe del cambiamento. Va bene, giusto.
Ti dicono che per migliorare le cose il cittadino deve aiutare. Va bene, giusto anche questo.
Ti dicono anche che, perchè ci sia più sicurezza nelle città, il cittadino deve essere vigile e segnalare gli abusi alla Polizia. Va bene, mi sembra più che giusto.
Quindi quando ho sentito rumoreggiare per strada mi sono affacciata sul terrazzo ed ho visto un uomo che armeggiava con le portiere delle auto e poi è andato a smontare un pezzo di un motorino (avete presente lo Scarabeo? ecco il solito pezzo che rubano grosso modo a tutti).
Con le suddette premesse, da brava cittadina, chiamo il 112. La prima volta telefono in faccia, la seconda suona a vuoto.
Allora tento il 113.
L'omino, alquanto scocciato, prima mi blatera che sono loro ad avere le volanti in zona e poi mi liquida con un "sì proveremo a fare un giro" che, tradotto dall'imbecille all'italiano, significa più o meno "che mi hai chiamato a fare se non ti hanno ancora svaligiato la casa e stuprata".
Teoricamente non si dovrebbero prevenire le cose invece che curarle?
E poi si lamentano che le cose vanno male...certo che se non partiamo nemmeno dalle piccole...
Però il comune di Milano ha installato ben 900 telecamere in tutta la città...evviva!

lunedì 8 giugno 2009

Chicche da esami/2.

Sibari Street (approssimativamente la scorsa settimana)

ore presto della mattina, finalmente si decide di andare a dormire.
Vale è irrequieta e continua a girarsi.

Serena: "e stà un po' ferma!"
Valeria: "*mugugni vari*"
Serena: "non ho più coperte...belin ti arrotoli come il sushi!"


(Ieri)
Si cerca, più o meno di studiare diritto per l'esame del 9.
Alex comincia a sfogliare furiosamente libro, appunti, riassunti, tabelle, schemi.
Sbuffa

Alex: "Sere?!"
Serena: "hmmm?"
Alex: "ma tu hai capito che cavolo è sto 'pocar'?"
Momento di silenzio.
Serena: "....Alex...è l'autore del libro..."

venerdì 5 giugno 2009

Come istigare istinti omicidi.

Allora, è venerdì, io sabato dovrei lavorare al pub, il capo non mi ha ancora chiamata per farmi sapere che sarà della mia vita, al che decido di fare io (come al solito) questa sacrosanta telefonata.

Capo: "pronto?"
Serena: "salve sono Serena"
Capo: "ah ciao Serena! come stai?"
Serena: "bene grazie. Senta, ma per domani? Vengo a lavoro? no perchè non ci siamo più aggiornati"
Capo: "eh no."
Serena: "no? perchè?" (della serie: se mi stai licenziando sii chiaro e conciso)
Capo: "non abbiamo fatto più programmazioni per le serate (e poi ridendo aggiunge) e quindi per adesso siete tutti a spasso"

Poco dopo apprendo da una mia collega che ha lasciato a casa tutto il personale del pub escluso chi stava al bancone.

Ma brutto fetente e dirlo prima no? Lo sai da un mese che a giugno non hai ancora programmato un tubo, lo sai da quando il tuo decimo dipendente in 3 mesi, che era quello che ti organizzava le serate, ti ha detto che dopo maggio non lo avresti mai più rivisto.
Sì, in pizzeria a Sestri mi ero abituata troppo bene con i capi...decisamente.

martedì 2 giugno 2009

Chicche da esami.

Ieri sera a casa di Vale quando, all'alba delle 04.qualcosa della mattina, abbiamo deciso di andare a dormire.

Serena: "ma che è questo odore di citronella?"
Vale: "ah, sai che io non lo sento?"
Serena: "ma è forte..."
Vale: "saranno le lenzuola?"
Serena annusa poco convinta.
Serena: "mmm, no."
Vale: "no perchè le ho lavate con il marsiglia"
(Segue il silenzio).


Uscendo dall'Uni alle 19.15, o giù di lì, parte un discorso sulla cena di questa sera che degenera molto velocemente su una serie di scherzi del cavolo fino a quando non si viene a parlare di aragoste.

Alex: "e che ci vorrà mai a prepararla!"
Serena: "ma scusa andrà tagliata no?"
Alex: "ma no ma che tagliata la prendi e la butti in pentola!"
(Segue silenzio)
Alex: "ma pensa povera bestia! La buttano nella pentola che è ancora viva....muore viva!"
(Segue silenzio).

lunedì 1 giugno 2009

Gli studenti e il caffè.

Il progetto per la serata, dal momento che la giornata, specialmente se festiva, è rinomatamente improduttiva, era quello di studiare in previsione degli esami.
Il progetto per la serata comprendeva anche l'assunzione di una notevole, quanto giustifcata, dose di caffeina.
Ora...con queste basi ditemi com'è possibile che degli studenti in pieno periodo di esami, con moli allucinanti di materiale da studiare, con nottate intense e cariche di informazioni di assimilare, si ritrovino senza caffè.
Senza la linfa vitale...solo con il solubile.
La situazione post-cena (alle 10.00) è velocemente degenerata senza l'aiuto della caffeina e in presenza dell'ormai inutile red bull. Unico pensiero non era quello di comprendere il lock-in (Vale) e lo spin doctor (io), ma pensare che sì, appena sveglie ci catapulteremo a quel bellissimo, carinissimo, invitante e non ancora testato bar a fianco della banca per fare colazione.

E la noia è tanta che Vale ha anche deciso di riaprire il suo blog (con un primo post che stende le mie lodi, ovviamente)

domenica 31 maggio 2009

Susan Boyle.

Finalmente un meritato successo.
Dopo tutti gli sculettamenti vari per una volta trionfa il talento.
Perchè Susan Boyle ha ottenuto tutto questo successo?
Perchè siamo vittime di pregiudizi e proprio per questi pregiudizi nel vedere questa povera donna, oggettivamente non bellissima, siamo rimasti di sasso di fronte al popo di voce che ha tirato fuori, perchè se oggi c'è una pubblicità che funziona alla grande è quella del word of mouth, del passaparola, e così tutti a vedere il video.

Ecco, se anche qua in Italia si cominciasse a guardare più alla sostanza delle cose o delle persone magari si eviterebbero gli esempi patetici del papi...


(aggiornamento: come non detto....ho appena sentito che Susan è stata ricoverata per disordine mentale causato dalla notorietà raggiunta in così poco tempo e dalla sconfitta nella finale del programma...sigh...)

giovedì 28 maggio 2009

Expo e le solite storie.

Ecco una delle ultime, come al solito non buone notizie, che arrivano dal fronte Expo:

milano.corriere.it/milano/

Ora...dopo un anno quello che hanno saputo fare in merito all'Expo è stato...nulla? Hanno annullato parti del progetto e tutt'ora litigano sulle assegnazioni delle cariche.
Ok, va bene, siamo in Italia che cosa dovevamo aspettarci?
Ma che cancellino anche la commissione antimafia con tutti i rischi che ci sono di infiltrazioni negli appalti mi sembra veramente una cosa esagerata!

E allora, grazie alla segnalazione di Zion, e per quanto (poco) possa servire, si può compilare un breve questionario riguardo all'Expo e all'informazione a questo link.

sabato 23 maggio 2009

Samsung - HD Camera Trick Challenge.

Per questo video non è stato utilizzato nessun effetto speciale...trovate il trucco :)
(sì lo so è facilissimo :P)

martedì 19 maggio 2009

Livello 10 ovvero Serena VS Portavetri.

Dunque, visto che ho creato quest'etichetta allora tanto vale che la rimpingui un po' di qualche fantastica chicca.
Correva l'anno 2006 (sì, la sto pompando un po') quando mi venne la brillante idea di cercare un lavoro post maturità e pre trasferimento a Milano.
In qualche modo riuscii a farmi assumere dai Due Gabbiani a Sestri.
Stiamo parlando dei primi giorni quando succedono cose del tipo: cerco di farmi in mille per non sembrare una schiena dritta, cerco di non sembrare anche un po' stupida e quindi faccio finta di capire che cosa diavolo stanno cercando di dirmi la caposala dell'Ecuador ("hay que atakar la prolunga") e la vice caposala dell'Ukraina ("pязиdзяз stяaciio pзяkè kòsì puliяз vзtяo"), cerco di non fare danni visibili e di rendere felici e contenti i clienti.
Proprio per soddisfare il terzultimo e l'ultimo obiettivo ad un certo punto vado nel gazebo a chiedere nonmiricordocosa alla caposala: apro la porta a vetri, entro, richiudo la porta a vetri vado dalla tipa e le pongo il quesito. Sinceramente non ricordo se alla fin fine riuscii a capire la risposta, fatto sta che me ne son tornata sui miei passi e...vabbè l'avete capito da voi no?
Sì, l'ho fatto: mi sono stampata sulla porta a vetri (che tra l'altro avevo pulito io a inizio servizio...).
Ovviamente la cosa non poteva passare inosservata...no, dovevano esserci per forza 4 tavoli che si son girati in contemporanea per vedere chi fosse l'idiota spalmato sul vetro.
Me la sono cavata con uno "scherzavo" ed una ritirata strategica nelle cucine.
Non credo che mi abbiano più rivista per quella serata.

martedì 12 maggio 2009

Ma porc...

Ok...appurato che ormai il nuovo sport del millennio è quello di testare la mia autocritica, ciò ha implicato una serie di fantastiche prese per i fondelli da parte di:
-amici
-colleghi di lavoro
-compagni di università
-omini del bar dell'università
-resto del mondo
evvabbè io non me la prendo lo giuro, anzi mi diverto anche...
però una cosa non la tollero. Proprio non posso tollerarla.
Non mi può prendere per il c**o anche Blogspot perdio!


Insomma...non solo mi tocca guardare i tg locali ma devo anche venire virtualmente sbeffeggiata?
(che poi sarò io paranoica ma a me questa "parola da verificare" suona tanto come un "subisci i tg"...sigh...)
Leave me alooooooooooooneeeeeeeeeeeeeeee!! >.<

lunedì 4 maggio 2009

Vale e le foto.

Premessa:
In occasione dei Campionati di Tai Chi ho "ingenuamente" chiesto a Vale se mi accompagnava giusto per fare un paio di foto da pubblicare sull'altro blog. Lei è stata così sconsiderata da accettare. Il risultato è che l'ho fatta ammuffire dentro la palestra per tutta la giornata.

Al che:
la sera Vale guarda le foto che ha scattato per vedere se tra le 1500 che ha fatto riuscirà a passarmene almeno 2 che sfuggano al suo insindacabile e terribile giudizio autocritico.

La scena:
Serena sta controllando coseacaso su internet (ok sta aggiornando il blog con quel post depressivo e autolesionista sulla ormai già ampliamente discussa questione del Tai Chi mentre ascolta musica estremamente depressiva).
Momento di pausa dalla furia dello scrittore scapigliato e si volta a vedere che cosa combina Vale.
La trova sghignazzante davanti al pc.
Sere: "Vale?...tutto ok?"
Vale: "sì sì, stavo guardando una cosa che ho fatto e che mi piace"
Serena pensa tra sè e sè che è salva ed avrà almeno una foto per il blog che vorrebbe aggiornare prima dello scioglimento dei ghiacci.
Sere: "uh...posso vedere?"
Si avvicina al pc e non può che constatare che la foto è veramente bella.
Vale: "no perchè vedi ho fatto *elenco di cose a me incomprensibili*"
Sere: "eh già..."
Vale: " no no bella proprio bella. Ah...ho proprio bisogno di una siga adesso!"

A voi la deduzione di quel che è stato il mio pensiero in quel momento.

sabato 2 maggio 2009

Quando anche il tempo non basta più...

Quando qualcosa non ti torna tutti ti dicono di aspettare che prima o poi passa. Dai tempo al tempo blablabla et simili.
No.
Non è vero. Non serve è una balla colossale.
Insomma 2 anni 2...sono tanti, non è esattamente uno sputo di tempo.
Fatto sta che quando avevo pensato di poter affrontare la visione dei Campionati di Tai Chi in qualità di spettatrice mi sono praticamente tirata la spada sui piedi da sola.
La giornata di per sè è stata stupenda, anzi da questo punto di vista nulla da dire.
Ho ritrovato persone con cui avevo perso i contatti, vuoi per la distanza, vuoi per altri motivi. E, a ben vedere, alla fin fine ho anche ritrovato quel lato che tanto ho amato nelle gare: ho parlato con tutti indistintamente scambiando opinioni, consigli.
C'erano delle assenze pesanti, molto pesanti è vero. Forse anche queste hanno influito.
Fatto sta che va tutto bene, resto dentro il palazzetto dalle 10.00 della mattina fino alle 19.00 ed è tutto ok.
Poi arriva il momento di smontare tutto ed andarsene.
Qua è un po' meno ok.
Vai a sapere che m'è preso, ma mi ha fatto click il cervello.
E meno male che speravo di poter affrontare il tutto da persona, dicamo così, adulta. Sì certo, come no.
E sì, sono ripetitiva, ma mi manca.
E sì, "l'ho fatta a cubetti" (cit.), ma mi manca lo stesso.
E sì, sono fissata, ma, perdio, se mi date una soluzione plausibile la smetto.
E sì, sono patetica, ma...no ok sono patetica e basta.
E dovreitrovareunasoluzionepiantarlaesmetterladistressaretutti ripetendoisolitidiscorsiequantocistomale.
Lo so!
Però...

giovedì 30 aprile 2009

Dobbiamo dire addio alla free-press?

Solo in questi primi mesi del 2009 gli investimenti pubblicitari sulla free press sono calati del 10% comportando enormi perdite per le testate ed addirittura la chiusura di alcune (vedi 24 minuti).
I lettori, gli investitori e le testate stesse cominciano a volgere lo sguardo verso le versioni on line. Dobbiamo già iniziare a parlare di morte dei quotidiani gratuiti?

ninjamarketing.it

Concordo su molti aspetti legati alla carta stampata, ma forse solo quella dei libri.
Io sono la prima, e forse non me ne pento nemmeno, che se deve leggere una notizia preferisce farlo in Rete potendo spaziare tra varie fonti per non dover sentire solo un'opinione.
Il mio coinquilino, ad esempio, può aggiornarsi in tempo reale collegandosi con l'iphone anche in metro senza contare che ormai quasi ovunque è possibile collegarsi con il wi-fi (anche non a pagamento) e poter consultare le testate on line e le notizie flash.
Però quali sarebbero le conseguenze della morte della free press?

lunedì 27 aprile 2009

Nulla ci spaventa.

Perchè gli studenti sono degli strani animali.
Sebbene numerose ricerche abbiano cercato di svelare che cosa si celi dentro la loro mente, nessuna è mai riuscita a spiegare il perchè di certi atteggiamenti controversi.
Lo studente è fondamentalmente pigro: non si degna di rifare il letto tanto tornerà a dormirci, lava i piatti quando non ha più contenitori dove posare il cibo, non stira, non riempie il frigo, accumula i vestiti dove può, deve avere un buon motivo per uscire di casa se il sole non è ancora calato.
Ma c'è una cosa che non può fermare lo studente. Nemmeno i litri di pioggia che cadono imperterriti da ore e che hanno formato delle piscine in mezzo alla strada, nemmeno la mancanza di ombrelli funzionanti, nemmeno il rinnovato freddo, nemmeno l'illuminazione stradale non funzionante, nemmeno i km da percorrere sotto la già citata pioggia possono fermarlo. Si tratta di un richiamo al quale non può resistere: il McDonald's.

venerdì 24 aprile 2009

La vittoria.

Piccolo aggiornamento post-post precedente...
ho vinto io! Cubo 5x5 ti ho sconfitto!

Cronache da Stadio.

San Siro, 23-04-2009

Episodio 1: i piccoli ultras.
In attesa davanti ai cancelli prima di entrare. Sfilano davanti a noi gruppi di bambini accompagnati da genitori e allenatori.
Bambino 1: "inteeeeeer!!"
Bambino 2: "inteeeeeer!!"
Bambini 3,4,5,6,7,8,9,10 ecc...: "inteeeeeer!!" (trombetta), "inteeeeeer!!" (trombetta)
Stefy: "ma guarda 'sti bambini. Chi era quello dei bambini? Omero lì..."
Alex&Sere: "Chi?" (sguardi perplessi)
Stefy: "quello lì che ce l'aveva coi bambini"
Alex: "ah! ma dai....ma che Omero Stefy...Erodoto!"
[Andiamo bene....]

Episodio 2: la formazione in campo.
Stefy al telefono che commenta la partita.
Stefy: "e andiamo a Romaaaa!...ma che dici...abbiamo giocato benissimo....eh ma grazie ma hai visto chi c'era in campo?...li ha messi tutti....ci mancava solo Dio!"

mercoledì 22 aprile 2009

Prossimo acquisto....

Alla luce di questo articolo, che critica in parte le nuove abitudini dei giovani accusati di aver perso (ma chi lo dice poi) le buone abitudini di aggregazione intorno al tavolo da cucina, ho capito che qua in casa manca un oggetto fondamentale: il microonde.
Potrebbe risolvere numerosi problemi, in effetti.
Dopodichè qualche anima pia dovrà risolvere l'altro grande problema degli studenti che è quello inerente alle pentole (noi non cuciniamo mica perchè non siamo capaci...ma perchè poi ci sono milioni di pentole/pentolini/padelle da lavare rigorosamente a mano....).

domenica 19 aprile 2009

Pork and Beans

Fantastico.
Per questo video hanno richiamato gli utenti più famosi di youtube, quelli dei video più visti per intenderci.
Li riconoscete tutti?

venerdì 17 aprile 2009

Portishead - Machine Gun

I saw a saviour
a saviour come my way
I thought I’d see it
at the cold light of day
but now I realise that I’m
Only for me

if only I could see
You turn myself to me
and recognise the poison in my heart
there is no other place
no one else I face
remedy, we’ll agree, is how I feel
here in my reflecting
What more can I say?
for I am guilty
for the voice that I obey
too scared to sacrifice a choice
chosen for me

if only I could see
You turn myself to me
recognise the poison in my heart
there is no other place
no one else I face
The remedy, to agree, is how I feel

mercoledì 15 aprile 2009

Ricorrenze.


730 giorni.
Dai campionati di Rimini 2007, quindi dall'ultima volta che ho Praticato.
Magari il 25 mi consolo un po'.

venerdì 3 aprile 2009

Alex e la crisi.

Sibari Street, 01-04-2009

Serena: "ma Alex insomma un po' di contegno!"
Stefy: "sì non puoi essere messo così male, dai che schifo..."
Alex:" oh ma che volete?! Siamo in tempi di crisi...ogni buco è trincea!"

Crisi economica, naturalmente.

mercoledì 1 aprile 2009

Introduzione.

Introduciamo questa nuova etichetta dall'espressione molto autostradale (da camionista) e marittima (da scaricatore di porto), ma insomma alla fin fine è diretta e sintetica (step 1 verso l'abolizione delle turbe/turpe mentali).
Dal momento che sembra che questi episodi influiscano significativamente nella costruzione dell'autostima di una persona, tantovale raccontarli tanto per allietare la giornata (non la mia ovviamente).
Di seguito analizzerò i livelli da 1 a 10 in modo da catalogare per bene questi incidenti di percorso.

- Livelli da 1 a 5:
è inutile fare distinzione tra questi diversi tipi di figureddimmerda dal momento che non incidono sulla dignità e, con tutte le probabilità, passano inosservati (ed ovviamente non si verificano mai, sarebbe troppo bello)
- Livello 6:
qua iniziano le situazioni imbarazzanti.
Dignità -1
- Livello 7:
si fa ancora finta che non sia successo nulla e ci sono buone probabilità che con qualche magia della retorica si possa ovviare.
Dignità -2
- Livello 8:
non c'è via di scampo, la gente intorno ha visto tutto, il cambio di residenza sembra una buona soluzione.
Dignità -4
- Livello 9:
hai già in mano il passaporto per l'espatrio, cominci a dubitare della tua sanità mentale, ti chiedi se supererai mai l'imbarazzo per quel che è successo.
Dignità- 7
- Livello 10:
hai reso buona parte dell'umanità (almeno nella tua mente) partecipe della tua stupidità, temi che possa finire sul curriculum, probabilmente ti sei anche fatta male, cerchi di trovare velocemente una scusa e non riuscendoci speri che un fulmine decida di usarti come conduttore proprio in quel momento.
Dignità -10, Autostima -10

lunedì 30 marzo 2009

Daruma.

Ecco qui la mia Daruma (bambolina portafortuna) direttamente dal Giappone.


Istruzioni per l'uso:
1- esprimere un desiderio
2- disegnare un occhio
3- aspettare un anno
4- se il desiderio si avvera si può disegnare anche l'altro occhio, altrimenti bisogna riportare la bambolina al tempio per bruciarla (da Wikipedia apprendo che è una forma di rituale per avvisare il Kami che non si rinuncia al desiderio espresso ma si cerca un'altra via per conseguirlo).

Così sarò sicuramente soddisfatta: se si avvera il desiderio tanto di guadagnato altrimenti vado in Giappone (sì certo, come no).

(chissà che desiderio avrò mai espresso...mah...)

domenica 29 marzo 2009

Si ricomincia.

Avevo voglia di un cambiamento e visto che trasferirmi qua a Milano è alquanto complicato, ho deciso di cambiare la mia "casa" virtuale.
Quindi Shen si sposta e diventa Shen II (che fantasia).
No, non cancello/rinnego nulla di quel che ho scritto sul blog precedente e fondamentalmente questo altro non è se non la naturale prosecuzione dell'altro, ma mi separo dalla cronologia per avviarmi "su nuove strade".

Quindi, essendo questo il post che inaugura la nuova casa, facciamo i propositi per il nuovo blog (che spero non facciano la stessa fine di quelli per l'inizio del nuovo anno):
1- scrivere di più
2- scrivere non solo di turpe mentali
3- leggere più blog altrui
4- commentare i blog altrui (tanto per non fare la figura di quella che spia)
5- stressare infinitamente i lettori del blog con le crisi da panico riguardo: esami da finire, laurea da scrivere, laurea da costruire (e il fatto che queste cose non siano annoverate tra le comuni turpe mentali del punto 2 dovrebbe farvi pensare)
6- oddio volevo arrivare ad un numero pari ma non saprei che altri propositi fare...

Al che: qua a lato c'è il link alla mia vita dal 2005 fino ad adesso (Shen - l'originale), qua c'è dall'adesso a quando avrò ancora qualcosa da dire.


P.S. per continuare la serie del kharma negativo: si sono fulminate 2 lampadine su 3 in bagno. Ormai la prendo in ridere...